IPM23 Banner 800 90

Italmopa – l’Associazione Industriali Mugnai d’Italia che rappresenta, in via esclusiva, in seno a Confindustria, l’Industria molitoria italiana, ha approfittato del recente World Pasta Day per porre l’attenzione su un comparto in cui siamo leader nell’Unione europea.

Parliamo di circa 12 milioni di tonnellate di grano tenero e duro annualmente trasformate in farine e semole destinate alla produzione di alimenti simbolo del ‘Made In Italy’ alimentare quale, appunto, la pasta.
Sulla base gli ultimi dati elaborati da Italmopa, il quantitativo di semole di grano duro prodotto dai Molini italiani e annualmente destinato alla produzione di pasta, ammonta in oltre 3.700.000 tonnellate mentre il quantitativo di farine di frumento tenero, ugualmente prodotto dall’Industria molitoria italiana e utilizzato, ivi compreso in ambito domestico, per alcune tipologie di pasta, risulta di circa 150.000 tonnellate.

“È opportuno ricordare che l’altissima e costante qualità della pasta italiana è riconducibile all’impareggiabile professionalità e competenza dei nostri mugnai e pastai” evidenzia Enzo Martinelli, Presidente della sezione Molini a frumento duro Italmopa “l’Industria molitoria in particolare garantisce, da sempre, l’approvvigionamento dei pastifici con materie prime, ovvero essenzialmente semole di frumento duro, rispondenti scrupolosamente alle esigenze dei pastai e, pertanto, a quelle dei consumatori. Le nostre semole, ottenute da un’accurata individuazione, selezione e trasformazione dei migliori grani duri quale che sia la loro origine - tenendo presente che quest’ultima non può in alcun modo essere ricondotta al concetto di qualità - rappresentano un fiore all’occhiello della produzione agroalimentare nazionale. Siamo pertanto fieri di poter fornire il nostro contribuito al crescente successo della pasta italiana nel mondo e di costituire con i colleghi pastai un binomio storico, indissolubile e collaudato.”

Pin It